BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Il grande glossario elettrico di TopGear

Il gergo delle auto elettriche vi disorienta? Ecco la guida per decodificare il futuro

Top Gear Team
Pubblicato il: 07 ago 2022

L'avanzata dell'elettrico impone a tutti un aggiornamento. La nuova tecnologia porta infatti con sé uno stuolo di neologismi e sigle, spesso mutuati dall'inglese, cui non è sempre semplice prendere le misure. Tranquilli, però, ci pensiamo noi a darvi una mano, guidandovi nel labirinto dell'universo che viaggia a batterie.

EV

Iniziamo con il più semplice. EV sta per Electric Vehicle, veicolo elettrico, al contrario di uno alimentato a benzina, Diesel, olio per friggere usato, Chanel No 5.

classifica 20 migliori auto elettriche, Hyundai Ioniq 5

BEV

Non deve essere pronunciato “Bev” ma “B-E-V”. Sta per “Battery Electric Vehicle”, veicolo elettrico a batteria. L’unica alternativa alla batteria sarebbe l’idrogeno, ma ne parleremo più avanti. Chiamatele elettriche e basta, va-là.

ICE

Non significa che vanno a ghiaccio, ICE sta per Internal Combustion Engine e indica gli “obsoleti” motori a scoppio. La sigla è usata anche per indicare l’impianto audio (Internal Car Entertainment), ma non si incontra spesso.

PHEV

Plug-in Hybrid Electric Vehicle, veicolo ibrido elettrico plug-in, ossia ibrido con una batteria che si può caricare anche con la spina e offre una breve autonomia elettrica, in media tra 40 e 50 km. I consumi omologati sono incredibilmente bassi ma poco realistici, a meno di non ricaricare ogni notte e fare sempre poca strada.

kia_niro_plug-in tre quarti anteriore - dinamica

MHEV

Il Mild Hybrid EV, o MHEV, il gradino più basso nella scala dei veicoli elettrificati. Un piccolo motore elettrico assiste il motore a scoppio, ma non ha abbastanza grinta per spingere l’auto da solo. Le MHEV fanno risparmiare circa il 10% di carburante rispetto a un’auto a benzina senza “aiutino”.

REX

Sta per Range Extender, indica i piccoli motori a combustione interna utilizzati come generatori per ricaricare le batterie dei veicoli elettrici in movimento e aumentare l’autonomia. L'idea non è male ma ce ne sono pochissimi in commercio.

Volt, ampere e Watt

Sono le unità di misura delle prestazioni elettriche e il modo migliore di spiegarle è con una similitudine. Immaginate un fiume: i Volt sono la velocità con cui scorre, gli ampere sono la quantità di acqua che porta e i Watt sono la forza con cui vi porterà a valle.

Kia Niro ibrida vano motore

kW

I kilowatt si usano per misurare la potenza dei motori, inclusi quelli a benzina e Diesel. Un kilowatt equivale a 1.000 Watt, ovvero circa 1,36 CV.

kWh

Sta per kilowattora e può indicare due cose: quanta energia abbiamo usato (come sulle bollette dell’utenza casalinga) o quanta capacità ha una batteria. Una Tesla Model S ha una capacità di 100 kWh, anche se ne possiamo usare circa 90, perché scaricare del tutto una batteria è un ottimo modo per rovinarla.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.

AC e DC o CC

AC sta per corrente alternata e DC per la Casa editrice di Batman... ehm, no, sta per corrente continua, più comunemente CC. La corrente alternata è migliore per la trasmissione a lunga distanza, perché si trasforma facilmente (tensione più alta, corrente più bassa, minori perdite di calore). Trasformare l’alimentazione in corrente continua è una sciocchezza, ma le stazioni di ricarica CC/ DC sono grandi quanto basta e possono impiegare energia ad alta tensione e ottenere potenze fino a 350 kW.

Wallbox Audi

Ricarica lenta, veloce o Fast

La ricarica lenta, livello 1, avviene quando si utilizza una normale presa da 220V. La veloce, o livello 2, si riferisce alle wallbox AC da parete installabili a casa o in ufficio. Arrivano fino a 7,4 kW con caricatore monofase da 240 V, o a 22 kW con trifase industriale. La Fast, livello 3, è l’alimentazione ad alta potenza delle colonnine Fast.

CHAdeMO

CHAdeMO non è il risultato di un gatto che cammina sulla tastiera del PC. È fondamentalmente lo standard di ricarica rapida ideato in Giappone, alternativo al CCS europeo e al Tesla Supercharger, che appaiono molto simili.

CCS

Il caricabatterie veloce che troverete più facilmente in Europa. Funziona con tutto, dalla Tesla alla VW.

Supercharger

Se sembra un caricabatterie CCS e funziona come un caricabatterie CCS, potrebbe benissimo essere un Tesla Supercharger. Ma non puoi usarlo a meno che tu non abbia una Tesla.

Ricarica Tesla

km/kWh

Come il km/litro, ma senza benzina: indica la percorrenza, ossia la strada che si fa con un’unità della nostra fonte di energia, che in questo caso non è un carburante liquido, ma energia elettrica. Se abbiamo 50 kWh e andiamo a 7 km/kWh, faremo 350 km prima di restare a secco.

nuvoletta CO2

WLTP

Tradotto, “Procedura di prova per veicoli leggeri armonizzata a livello mondiale”. Si tratta del nuovo sistema per misurare (e omologare) i consumi di carburante o energia e le emissioni di gas serra, dunque quanta autonomia. Più accurato del vecchio standard NEDC, ma sempre ottimista.

Motore Porsche Taycan

Frenata rigenerativa

I motori elettrici funzionano utilizzando elettricità e magneti per far girare un albero di trasmissione, quindi quando sono le ruote a far girare loro, come avviene quando si rilascia il gas e/o si frena, si genera energia. I generatori sono fondamentalmente gli stessi motori che funzionano in senso inverso.

Autonomia

Quanto lontano può andare la nostra auto con la quantità di energia che si può immagazzinare a bordo. Per la maggior parte della nostra vita è stato carburante, ora è energia in una batteria.

Ansia da ricarica

La paura di essere molto lontani da casa, in una notte buia e fredda, senza abbastanza energia per arrivare a una colonnina. La soluzione? Stazioni di ricarica più rapide o una maggiore densità energetica delle batterie o auto che consumano meno.

Li-ion

Contrazione di ioni di litio, si riferisce alla composizione chimica degli attuali pacchi batteria di trazione. Le classiche batterie da 12 V delle “vecchie” auto sono al piombo o al nichel.

Batterie allo stato solido

Il prossimo grande passo: contengono più energia di quelle agli ioni di litio di pari dimensioni o la stessa quantità di energia in un volume più piccolo e leggero. Sono anche più facili da raffreddare e si possono ricaricare con sistemi ad alta potenza senza che si surriscaldino. Ma ci vorranno altri cinque anni per vederle sul mercato.

Supercondensatori

Possono caricarsi e scaricarsi più rapidamente delle batterie normali (ottimo per prove di accelerazione) e possono tollerare più cicli di carica e scarica, ma non hanno la stessa densità energetica delle batterie, quindi è improbabile che le sostituiscano. Si possono usare come booster per un motore a benzina, come sulla Lamborghini Sian.

FCEV

Fuel Cell Electric Vehicle, veicoli elettrici a celle di combustibile, come la Toyota Mirai. Separare idrogeno e ossigeno richiede molta energia, ma riunirli nel modo giusto ne produce abbastanza per azionare un motore elettrico. Con un pieno di idrogeno si possono percorrere anche 1.000 km.