BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Ferrari SP51, la one-off col V12 aspirato

800 CV possono bastare? Ovviamente no, per Ferrari: il sound del V12 senza turbo è un elemento imprescindibile, per fortuna

Adriano Tosi
Pubblicato il: 28 set 2022

Rosso Passionale: la scelta del nome per la più classica delle tinte con cui si può caratterizzare una Ferrari dice molto della filosofia che c’è alla base di questo progetto. Qualcosa che ormai sta diventando un’abitudine: la one-off (così come la tiratura super limitata). Del resto la passione nasce in modo spontaneo, quando ti danno l’incarico di realizzare un esemplare unico su base Ferrari 812 GTS, ovvero l’auto che ha riportato il Cavallino Rampante nel mondo delle spider V12. Così il reparto Progetti Speciali di Maranello si è messo al lavoro sulla 812 GTS, creando qualcosa di ancora più esclusivo ed estremo.

Il tetto? Non serve

Lo dimostra, tra le altre cose, il fatto che il tetto ripiegabile della GTS, qui, non ci sia. Sì, la Ferrari SP51 non si può coprire, punto. L’identità del cliente che ha richiesto questa trasformazione è ovviamente top secret, ma se dovessimo fare una scommessa diremmo che risiede a Dubai. Primo per una questione di reddito. Secondo, per le piogge, che da quelle parti sono eventi davvero eccezionali. Tornando alla SP51, eliminarne il tetto ha cambiato significativamente l'aerodinamica rispetto alla vettura di base: lo studio delle nuove forme è stato fatto prima tramite simulazioni CFD, successivamente tramite test in galleria del vento e su strada, banco di prova definitivo per accertarsi che il comfort e la protezione dalle turbolenza rispettasse gli standard Ferrari. Si spiegano così le nuove appendici laterali realizzate in fibra di carbonio, posizionate dietro alle ruote anteriori e sui parafanghi posteriori. Specifica inoltre l’'ala posteriore, anch'essa in fibra di carbonio.

Leggi anche - Tutte le auto con motore V12 ancora in listino

Colorazione dedicata, fuori e dentro

Il già citato Rosso Passionale è stato ottenuto tramite trattamento tristrato e appositamente per "vestire" questa one-off. Specifici per la SP51 sono anche i gruppi ottici anteriori, i cerchi in lega dotati di piccole alette in fibra di carbonio e il posteriore, dominato da un nuovo design "ad arco" che incorpora le luci. Dentro, è ancora una volta il Rosso Passionale (stavolta dell’Alcantara) a farla da padrone: riveste quasi interamente l’abitacolo, interrotto solo da alcuni elementi bianchi e blu; un motivo che riprende la banda longitudinale che corre dal muso alla coda della one-off di Maranello.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.