BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Gomme invernali, dal 15 ottobre scatta l'obbligo in alcune zone d'Italia

In Regioni come la Valle d’Aosta e su alcune strade di montagna soggette a nevicate, da sabato 15 ottobre sarà obbligatorio circolare con gomme invernali o catene da neve a bordo

Adriano Tosi
Pubblicato il: 13 ott 2022

Gomme invernali o catene a bordo: l'obbligo vige, in tutta Italia, dal 15 novembre al 15 aprile. Ci sono regioni e zone del nostro Paese in cui però tale prescrizione si protrae dal 15 ottobre al 15 maggio. Quali? Qui l'elenco completo. Detto questo, per permettere a tutti gli automobilisti di mettersi in regola per tempo, il montaggio di pneumatici invernali è consentito già a partire dal 15 ottobre, anche nelle zone in cui non è obbligatorio farlo.

I vantaggi della gomma giusta al momento giusto

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, l’obbligo anticipato al 15 ottobre non riguarda solo le aree alpine: quasi tutte le regioni italiane hanno  tratti stradali o autostradali soggetti a tale obbligo e i due terzi delle Province italiane ha adottato misure di limitazione del traffico in inverno in assenza di adeguato equipaggiamento. Fin qui gli obblighi di legge, che come avete letto consentono anche l'opzione delle catene a bordo. Se volete un consiglio, però, sappiate che i soldi spesi per il doppio treno di gomme sono ben investiti. Permettono infatti di affrontare al meglio le strade bagnate, sdrucciolevoli, brinate o innevate. Nello specifico, dotare il veicolo di pneumatici invernali correttamente gonfiati significa diminuire lo spazio di frenata fino al 15% su fondo bagnato e fino al 50% in presenza di neve al suolo. Le temperature di un autunno mite non devono rallentare la programmazione del cambio stagionale. Le condizioni invernali arriveranno presto e probabilmente all’improvviso, quindi sarà opportuno farsi trovare pronti. Tutto ciò anche per evitare la congestione sui punti vendita che si verificherà inevitabilmente a metà novembre.

"all season" sì, ma solo quelle con il simbolo 3PMSF

Probabilmente anche voi state pensando con un filo d'ansia alle bollette dei prossimi mesi. Ecco perché, magari, l'idea di dotarvi di un doppio treno di gomme - che si porta dietro anche i costi del loro avvicendamento, due volte all'anno - potrebbe apparirvi una spesa eccessiva. In tal caso, un’ottima opzione è quella dei pneumatici “quattro stagioni”. Rispetto ai prodotti analoghi di anche solo 10 anni fa, le loro caratteristiche sono migliorate in maniera esponenziale e ora offrono prestazioni di poco inferiori rispetto a un estivo sull’asciutto e di poco inferiori a un invernale al freddo. È chiaro che moltissimo dipende dall'utilizzo che si fa dell’auto: se si pretende un grip da semislick tra le curve in estate e se si affrontano salite ripidissime e innevate in inverno, la soluzione dei due treni di gomme rimane la migliore.

Se invece, come la maggior parte delle persone, l’auto la utilizzate in modo “normale”, la tecnologia dei moderni “all season” è più che sufficiente. Attenzione però perché non tutti gli "all season" sono uguali. Prima di comprarli, studiate la Nuova Etichettatura Energetica e scegliete solo quelli con il simbolo 3PMSF, meglio noto come pittogramma alpino, cioè un simbolo che riporta una montagna stilizzata a tre picchi con all’interno un fiocco di neve. Il pneumatico che riporta sul fianco questo simbolo ha superato uno specifico test omologativo su neve che ne attesta le caratteristiche superiori su neve e che quindi va preferito a quello che non ce l’ha. Tornando alle gomme all season, le uniche da scegliere sono proprio quelle dotate di questo simbolo.

 

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.