BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

La prossima Porsche 718 sarà elettrica, è ufficiale

L'annuncio è stato dato da Oliver Blume, presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche AG: "Entro la metà del decennio intendiamo proporre la nostra sportiva a motore centrale 718 esclusivamente in versione all-electric".

Paolo Sardi
Pubblicato il: 21 mar 2022

La prossima generazione delle sportive Porsche 718, ovvero della Boxster e della Cayman, sarà elettrica. Ad annunciarlo è stato nientemeno che Oliver Blume, presidente del Consiglio di Amministrazione di Porsche AG.

Non c'è due senza tre

Circa l'epoca di lancio il numero uno di Stoccarda è stato sul vago, ma per il resto le idee sono chiarissime: "Entro la metà del decennio intendiamo proporre la nostra sportiva a motore centrale 718 esclusivamente in versione all-electric.". Ecco dunque in dirittura d'arrivo la terza Porsche elettrica, dopo la Taycan e l'imminente Macan EV. Si tratta di un brusca svolta verso le vetture a batteria, una decisione presa anche sulla scorta del successo della Taycan, di cui lo scorso anno sono stati venduti 40.000 esemplari..

Lo stesso DNA

Al di là dei proclami, Blume ha voluto spendere qualche parola in più sulla 718 prossima ventura: "Avrà dimensioni tipiche da roadster. Le nostre vetture elettriche resteranno sempre autentiche Porsche al 100%, senza voler in alcun modo competere con le altre EV. Quando abbiamo fatto la Taycan, abbiamo preso come benchmark la 911.".

Sarà così?

A mostrare come potrebbe essere la Porsche 718 elettrica è la concept car Mission R. D'altro canto in Porsche badano al sodo: non hanno l'abitudine di fare prototipi senza che questi servano a qualcosa. La Mission R è una sportivetta compatta, una race car costruita con materiali innovativi, con una batteria da 900 Volt e con due motori. Non è difficile immaginare che la 718 di serie potrà essere a trazione posteriore oppure integrale.

E la 911?

Blume ha anche precisato che la vettura sarà costruita a Stoccarda, sulla stessa catena di montaggio della 911 e che condividerà con questa alcuni componenti. Ciò non significa che la 911 diventerà elettrica, per quello c'è ancora tempo. Il primo step sarà il passaggio all'ibrido, che darà vita - a detta sempre di Blume -  a una delle 911 più prestanti di sempre. In ogni caso gli appassionati più conservatori dormano sereni: anche dopo il 2030 ci sarà spazio per le 911 a benzina. Porsche sta investendo in carburanti sintetici, ottenuti dall'idrogeno e dalla CO2 attraverso un processo compiuto con energie rinnovabili. 

Facciamo i conti

Accanto a Blume ha parlato anche Lutz Meschke, colui che in Porsche si occupa di conti e finanza. La svolta elettrica non dovrebbe provocare danni alle casse dell'azienda: sulla Taycan Porsche ha un margine del 10%, non lontano dal 15% garantitole dagli altri modelli a motore termico. Un motivo in più per procedere sereni lungo il sentiero intrapreso.

Testo originale di Paul Horrell

 

 

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.