BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Mercedes-AMG G63 4x4², il ritorno di... "sua altezza"

Dopo la G500 4x4² del 2015, la Casa della Stella ripropone una off-road esagerata, con assali a ponte e un motore strapotente

Top Gear Team
Pubblicato il: 16 giu 2022

Certe volte la vita è strana. Può capitare infatti per esempio che la più sfacciata di tutte le Classe G della storia, la nuova Mercedes-AMG G63 4x4², venga presentata quasi in punta di piedi. Lei, che potrebbe avere per sé tutti i riflettori a qualsiasi Salone, debutta invece senza troppo clamore nella "G-Class Private Lounge", un sito internet riservato agli impallinati delle G. Ok, forse questa non sarà la macchina ideale per uno spot sulla mobilità sostenibile e non sarà nemmeno alla portata di tutte le tasche, ma non è nemmeno qualcosa di cui ci si deve vergognare. Bando alle ciance, comunque: al di là delle chiacchiere, andiamo dunque a scoprire un po' di segreti dell'erede della G500 4x4²  del 2015.

Mercedes-AMG-G63-4x4-2022

Numeri impressionanti

Non serve un grande occhio clinico per capire quale sia la caratteristica saliente della Mercedes-AMG G63 4x4². Gli assali a ponte le regalano infatti un'altezza minima da terra di ben 351 mm. È quanto basta per avventurarsi senza patemi d'animo anche su fondi più accidentati, muovendosi sugli enormi pneumatici tassellati calzati sui cerchi da 22 pollici. L'assetto rialzato non fa soltanto scena ma fa salire la profondità di guado a 910 mm, mentre la pendenza massima superabile è di 45°. Nella scheda tecnica spiccano poi anche i valori relativi alla potenza e alla coppia erogate dal V8 4.0 AMG biturbo. Nel primo caso il picco massimo è di 585 CV, mentre nel secondo è di 850 Nm.

Mercedes-AMG-G63-4x4-2022

Su misura

La Mercedes-AMG G63 4x4² non ha però solo un aspetto sorprendente e prestazioni da urlo. Toni Mäntele, a capo del Product Management della Classe G dice che questa versione è quella più personalizzabile della gamma. Può essere infatti ordinata in 40 colori diversi e anche a livello di finiture interne si può dare sfogo alla fantasia. In ogni caso anche la configurazione standard non è tanto male, con rivestimenti in pelle nappa, cuciture in contrasto abbinate alla tinta esterna e la corona del volante in microfibra Dinamica. Ovunque cada l'occhio si trovano infine elementi in carbonio, come i bordi dei passaruota, i listelli laterali lungo le fiancate, la cover della ruota di scorta e la modanatura che ospita i fari supplementari sul tetto. Al momento il prezzo non è stato ancora comunicato, mentre è certo che gli ordini resteranno aperti solo per breve tempo.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.