BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
Primo contatto

Ferrari SF90 Spider - Apriti cielo

910
Alfonso Rizzo
Pubblicato il: 26 apr 2022

SPECIFICHE IN EVIDENZA

  • MOTORE

    V8 ibrido 3.990 cc 

  • POTENZA

    1000 CV

  • 0-100

    2,5 sec.

  • C02

    169 g/km  

1.000 cavalli e un ingegnoso sistema che elimina i vortici aerodinamici. Viaggiare veloce a capote abbassata non è mai stato così piacevole.

Per i puristi del Cavallino la coupé SF90 rappresenta la prima Ferrari della nuova era elettrificata. E così resterà negli annali. Ma volendo mettersi in garage la più potente delle Rosse prodotte in serie per una somma a cinque zeri, vale forse la pena fare un “piccolo” sforzo (meno del 10% di sovrapprezzo) per scegliere la versione scoperta, Ferrari SF90 Spider. Sì, è vero, costa di più e pesa di più (100 kg), ma vuoi mettere la libidine di viaggiare avvolti dal rombo dell’otto cilindri di Maranello con il vento tra i capelli, oppure nel silenzio quasi assoluto della propulsione elettrica, sempre a contatto col cielo? Questione di gusti, intendiamoci, ma potendo scoprire questa meraviglia della meccanica premendo un pulsante e godersi l’aria fresca dell’autunno o i primi raggi caldi di sole in primavera, non ha prezzo. Meglio evitare di attivare il tetto rigido retrattile HRT mentre si riparte ad un incrocio in pieno centro città, a meno che non si cerchi l’applauso dei passanti. In questo la propulsione elettrica aiuta: potrete essere discreti, ma se vi avvistano siete fritti.

Questione di aspirazioni

Si nota anche nel silenzio della marcia a batteria. Le modifiche necessarie per aggiungere il tetto apribile non hanno compromesso la spettacolarità del motore a vista. Non succedeva dalla 430 Spider. Il frangivento in vetro azionabile elettricamente elimina i refoli d’aria tipici delle spider, ma sulla SF90 i progettisti sono andati oltre. Tra guidatore e passeggero è presente un aspiratore d’aria come sulla LaFerrari Aperta. Viaggiare veloce a capote abbassata, anche molto veloce, non è mai stato così piacevole. D’altronde le prestazioni sono pressoché identiche alla coupé: sullo 0-200 km/h impiega 7”, tre decimi più “lenta”. Il telaio è stato rinforzato, naturalmente, ma per il resto le modifiche rispetto alla coupé sono davvero minime. Tanto da godere del medesimo carico aerodinamico. Solo la massa è cresciuta arrivando a 1.670 kg, tutto sommato accettabile se si considera che la SF90 ha 4 motori e una batteria da 7,9 kWh. PS: anche la Spider è disponibile in versione Assetto Fiorano per 50mila euro in più. Tanto vale fare cifra tonda...

PRO Con il tetto rigido HRT si hanno due auto in una: coupé e spider

CONTRO Difficile rinunciare all’Assetto Fiorano, ma così si supera il mezzo milione di euro.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.