BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

BMW come Tesla, le batterie saranno cilindriche

La Casa tedesca si affida alla cinese EVE per passare dalle batterie prismatiche a quelle cilindriche

Adriano Tosi
Pubblicato il: 24 ago 2022

In un certo senso, è un po’ come passare dal motore aspirato al motore sovralimentato di cilindrata più piccola. Il risultato è (più o meno) lo stesso, cambia l’efficienza. Con la differenza, sostanziale, che nel campo delle batterie molto ancora deve essere capito, scoperto. Si pensi che BMW, finora, ha utilizzato batterie prismatiche, di forma rettangolare, ritenute migliori dal punto di vista della densità energetica rispetto a quelle cilindriche, già note. Tuttavia, negli ultimi tempi si stanno affermando sempre di più quelle cilindriche proprio in virtù della loro maggiore efficienza.

L’esempio di Tesla

A dimostrarlo è l’ultima evoluzione della batterie secondo Tesla: le unità base delle nuove 4680 misurano 4,6 cm di diametro per 8 cm di lunghezza (circa); le vecchie 2170 erano più piccole e più costose da produrre. Gli accumulatori che EVE fornirà a BMW a partire dal 2025 saranno molto simili a quelle della Casa californiana e andranno a equipaggiare le auto elettriche di nuova generazione, quelle della famiglia Neue Klasse a partire dal modello che si posizionerà al livello della Serie 3.

Leggi anche: Il grande glossario elettrico di Top Gear

Perché le batterie sono tanto importanti?

L’autonomia, certo, e i tempi di ricarica: sono questi i due aspetti a cui viene più facile pensare se si parla di batterie per le auto elettriche. In realtà da esse dipendono anche quanta potenza (e per quanto tempo) i motori possono erogare e la distribuzione dei pesi. Insomma, un’auto elettrica “è” le sue batterie e in questo campo si stanno concentrando i più grandi investimenti da parte di tutti i Costruttori e dei fornitori del mondo dell’auto.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.