BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Ecco la Rolls-Royce Spectre, la prima elettrica di RR

L'era elettrificata di Rolls-Royce inizia con la Spectre, un'auto emozionante e importante quanto la prima Silver Ghost

Claudio Stellari
Pubblicato il: 20 ott 2022

Difficilmente ci può essere un'auto più adatta all’elettrico della Rolls-Royce. E in effetti correva il 1900 quando Charles Stewart Rolls, fondatore con Henry Royce dello storico Marchio notò come l'auto elettrica fosse “totalmente silenziosa e pulita. Priva di odori e vibrazioni". Caratteristiche che ben si sposano con i desideri dei clienti dello storico Marchio. Già allora, però, Charles aggiunse che “qualche problema con le infrastrutture poteva esserci”. E così dopo diversi tentativi il motore elettrico rimase nel cassetto. Finora almeno. Dopo 120 anni è infatti giunto il momento di cambiare, anche per Rolls-Royce. Tra un anno, la Spectre sarà infatti pronta per i suoi primi clienti, lussuosa e completamente elettrica. Torsten Müller-Ötvös, boss di Rolls-Royce, mette però subito in chiaro le cose: la Spectre "prima di tutto sarà una Rolls-Royce, poi un'elettrica". Rolls-Royce conosce bene i suoi facoltosi clienti (a proposito: anche se non sono molti il loro numero continua a crescere) e non ha certo intenzione di deludere le loro aspettative. Per questo da un decennio chiede la loro opinione sui veicoli elettrici. "Rispetto a qualche anno fa, le cose sono cambiate enormemente. In media i nostri clienti possiedono sette auto e molti hanno già una vettura elettrica. Il feedback sulla propulsione elettrica in generale è molto positivo" – ha detto Müller-Ötvös.

Nel 2011 c’era già una Rolls-Royce ad elettroni

Al Salone di Ginevra del 2011 Rolls-Royce presentò una Phantom full electric con 394 CV e 200 km di autonomia. Un progetto demo, che dimostra come l’elettrico fosse già nei pensieri di Rolls-Royce. Nel 2011 la tecnologia però non era ancora pronta: “batteria, propulsione e, soprattutto, il software non erano all’altezza. Ora invece è possibile costruire una Rolls-Royce senza compromessi, spaziosa, con un’autonomia sufficiente e un software che la rende facile da usare e interattiva."

La Rolls-Royce Spectre non è un SUV, per fortuna

La Spectre, prima Rolls-Royce elettrica, non è un SUV ma una coupé fastback. Il compito che l’attende non è semplice: sostituire la spettacolare Phantom Coupé, assente dalla gamma dal 2016.

Rolls-Royce Spectre, frontale

La griglia anteriore è mastodontica (chiusa, non c’è un V12 da raffreddare), le lamelle sono illuminate da LED nascosti subito dietro. Sopra svetta lo Spirit of Ecstasy. I fari a LED sono separati, con illuminazione diurna sopra. Ogni particolare è stato ottimizzato per ridurre la resistenza all’aria: le superfici della Spectre sono levigate come quelle degli aerei.

Rolls-Royce Spectre, fari

Interni da vera Rolls, con un tocco di luce

Le porte della Spectre sono incernierate sul retro, come tradizione: tirando le maniglie si viene accolti da interni spettacolari, con rivestimenti pregiati e finiture di altissimo livello. Il tutto con infinite possibilità di personalizzazione.

Rolls-Royce Spectre, gli interni

C’è spazio anche per un tocco di luce, 4.796 punti luminosi su pannelli porta e padiglione interno creano un’atmosfera unica. Volendo è possibile scegliere di sostituirli con pannelli di legno pregiato. Per la prima volta su una Rolls-Royce la strumentazione è completamente digitale, anche se lo schermo simula i quadranti analogici.

Rolls-Royce Spectre, quadro strumenti digitale

Dentro lo spazio non manca: la Rolls-Royce Spectre è una quattro posti completa. "Non un 2+2", sottolinea Müller-Ötvös. E ci mancherebbe.

L’elettrico arriva da BMW

Grande e lussuosa, la Rolls-Royce Spectre monta ruote 23 pollici, una dimensione che può far sembrare un’auto come una Range Rover una Golf.

Rolls-Royce Spectre

La batteria utilizza l'ultimo tipo celle BMW, ma ha una forma unica per adattarsi al pavimento della Roll-Royce Spectre. La capacità non è stata specificata, ma l’autonomia dichiarata è di circa 515 km (WLTP), grazie anche a un coefficiente di resistenza aerodinamica CD di 0,25. La massa a vuoto della Spectre è di 2.975 kg. Un peso non indifferente che i motori elettrici (anteriore e posteriore, anch’essi di derivazione BMW) con una potenza totale di oltre 590 CV riescono spingere da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi. Le sospensioni della Spectre sono pneumatiche e adattive, controllate elettronicamente da una serie di rilevatori e attuatori per far viaggiare la Spectre sempre sul velluto.  

Per Rolls-Royce l’elettrico costa uguale al V12

Per ultimo il prezzo. Non è stato comunicato, ma in Rolls-Royce dicono che la Spectre si collocherà tra la Cullinan e la Phantom, più o meno a partire da 400.000 euro possiamo ipotizzare, a salire in base a optional e dotazione. Un aspetto curioso, Müller-Ötvös dice che ora Rolls-Royce può produrre un'auto elettrica allo stesso costo di un'auto V12. Non l’hanno fatto prima semplicemente perché non ne avevano bisogno. Come sottolinea, Rolls-Royce ha venduto sempre più auto ogni anno, per questo "Non c'era bisogno di correre". Ma ora è giunto il momento di cambiare: gli acquirenti vogliono un'auto elettrica. E soprattutto ora l'elettrico può generare profitti, forse anche più del vecchio V12.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.

Specifiche

Lunghezza x larghezza x altezza: 5.453 mm x 2.080 mm x 1.559 mm - Interasse: 3.210 mm - Peso a vuoto: 2.975 kg - Potenza: 590 CV - Accelerazione 0-100 km/h: 4,5 secondi - Autonomia: 515 km (WLTP)

Leggi anche: Rolls-Royce Phantom, la Regina si fà il lifting