BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Mercedes-AMG C 63 S E Performance: l'alba di una nuova era

I clienti di Affalterbach devono fare l'abitudine a parole come ibrido e downsizing. Le prestazioni, per fortuna, restano quelle di sempre

Top Gear Team
Pubblicato il: 26 set 2022

Ricordate le ricetta per cui è diventata famosa la AMG? Si prende una Mercedes, si piazza sotto il cofano un motorone da paura, si dà una doverosa aggiustatina all'assetto, si sceglie qualche dettaglio estetico di grande effetto e il gioco e fatto. Le cose funzionano così dai primi Anni 70, dai tempi della Red Pig di cui abbiamo parlato solo pochi giorni fa, nell'elenco delle auto da corsa più improbabili. Ebbene, sappiate che le musica dalle parti di Affalterbach è destinata a cambiare un po', seguendo due nuovi filoni: downsizing del motore e ibridazione. Portabandiera del nuovo corso è la Mercedes-AMG C 63 S E Performance, che merita tanta attenzione, senza pregiudizi, sia nella versione tre volumi che in quella familiare, entrambe basate su una scocca AMG rivisitata.

Mercedes-AMG C 63 S E Performance

Stretching

Avendo un occhio clinico, basta uno sguardo per capire che la nuova C 63 S è di tutt'altra pasta rispetto alla Mercedes-Benz Classe C. Il frontale è più lungo di 50 millimetri e i parafanghi anteriori sono più spallati. Nel complesso, la lunghezza cresce di 83 millimetri e la larghezza di 76 millimetri , una differenza macroscopica nella parte anteriore. Il passo aumenta invece di dieci millimetri. Qua e là si notano poi mille dettagli che incattiviscono la linea svolgendo anche precise funzioni aerodinamiche. I cerchi sono da 19, ma a richiesta se ne possono avere altri da 20. Neanche a dirlo, le possibilità di personalizzazioni sono enormi, con un'ampia scelta di verniciature e pacchetti vari, estetici e aerodinamici.

Mercedes-AMG C 63 S E Performance

In stile racing

Anche l'abitacolo della Mercedes-AMG C 63 S E Performance può essere allestito a piacimento. Al suo interno spiccano i sedili AMG, il volante Performance AMG con design a doppie razze e pulsanti integrati, oltre al sistema d'infotainment Mbux. Quest'ultimo, al pari del display head-up, dispone di schermate e grafiche specifiche AMG. Tra i dati che si possono tenere sott'occhio ci sono il flusso di potenza di tutto il sistema di trazione e i valori di regime, potenza, coppia e temperatura del motore elettrico, cui si aggiunge anche la temperatura della batteria. Una menzione va fatta anche ai i tasti di selezione delle modalità di guida Dynamic Select AMG e per l'eventuale sistema AMG Track Pace, il data logger per l'impiego in pista.

Mercedes-AMG C 63 S E Performance plancia

  

Numeri da record

Bando però alle ciance. Veniamo al cuore della  Mercedes-AMG C 63 S E Performance, ovvero alla meccanica ibrida. All'atto pratico, c'è un motore elettrico piazzato sull'asse posteriore fa da spalla al motore turbo da 2,0 litri sistemato sotto il cofano in posizione longitudinale. E non fate quella faccia pensando che due litri sono pochi: questo è il quattro cilindri di serie più potente del mondo e ha una potenza specifica di 238 CV/litro. Ecco che rispunta il sorriso...

Mercedes-AMG C 63 S E Performance

Gioco di squadra

Il motore elettrico da 150 kW (204 CV) è alloggiato sull'asse posteriore, insieme al cambio a due rapporti a innesto elettrico, al differenziale autobloccante a gestione elettronica e alla leggera batteria High Performance 400V con raffreddamento diretto. Lato endotermico, come nella Formula 1, un motorino elettrico aziona il turbocompressore a gas di scarico eliminando il tipico ritardo del turbo, mentre la trazione elettrica fa sentire tutta la sua forza in maniera istantanea. La potenza di sistema è di 680 CV, mentre la coppia complessiva massima è di 1.020 Nm. Il tutto per un tempo nello 0-100 di soli 3,4 secondi. Attenzione, però: rispetto ad altri sistemi qui il collegamento meccanico tra i due assi c'è, eccome. Ciò significa che, in caso di slittamento delle ruote posteriori (che sono pure sterzanti), la forza motrice del motore elettrico viene trasferita anche alle ruote anteriori per garantire maggiore aderenza. Voi non sentite già un certo prurito al piede destro?

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.