BBC TopGear Italia
BBC TopGear Italia
News

Le 10 migliori auto elettriche usate

Come sapete bene le auto elettriche sono abbastanza care. Vediamo allora se ci sono buoni affari sul mercato dell'usato.

Testo di Craig Jamieson tradotto e adattato da Paolo Sardi
Pubblicato il: 20 set 2022

01 Nissan Leaf

I veicoli elettrici usati sono un concetto un po' strano da assimilare. Pare sempre che non ce ne siano abbastanza e che non esistano da abbastanza tempo per avere un'offerta sufficiente sul mercato dell'usato. Eppure, a ben vedere, ci sono in circolazione Nissan Leaf di seconda mano da più di dieci anni.

Nissan Leaf

La Leaf è quindi probabilmente l'opzione più scontata per chi cerca un'auto elettrica usata, ma in fondo la soluzione funziona. Per buona parte del suo ciclo di vita, la Leaf è stata l'elettrica più popolare del listino, almeno fino a quando l'azienda automobilistica che porta il nome di un genio serbo non l'ha spodestata. Pertanto c'è da avere l'imbarazzo della scelta a sfogliare gli annunci e ciò aiuta a tenere i prezzi bassi. Un altro motivo per puntare su questa Leaf? Perché le Leaf... funzionano. Il fatto chi primi esemplari, tutto sommato rudimentali, siano ancora in giro a fare il loro lavoro dopo un decennio di onorato servizio è forse il miglior argomento a favore dei saputelli che sostengono gli EV.

02 BMW i3

Avete presente quella band che amate tanto e che non è mai riuscita a sfondare come avrebbe dovuto? O quella serie televisiva che avrebbe sempre meritato una seconda stagione, ma non l'ha mai avuta? Ebbene, la BMW i3 è la versione automobilistica di questo genere di situazione.

BMW i3

Va bene, la i3 ha avuto un certo successo e le persone che la conoscono sanno anche quanto faccia incredibilmente bene ciò per cui è stata progettata: essere l'auto urbana per eccellenza. Infatti le viene così bene che si può estendere il suo raggio d'azione ai viaggi extraurbani, ai lunghi spostamenti, al campeggio o a tutto ciò che abbiamo dimostrato che è in grado di fare. Questa è però un'auto che avrebbe dovuto essere una best-seller, ma che - per qualche oscuro motivo - non lo è mai stata. È la versione automobilistica del breve contatto dei Melvins con il mainstream o del successo di una sola stagione di Firefly, mentre persino CSI: Cyber ha ottenuto una seconda chance.

03 Renault Zoe

Quando si parla di auto elettriche incomprese, non possiamo certo ignorare la Renault Zoe. Nonostante sia incredibilmente popolare in certi Paesi, la Zoe non sembra a volte meritarsi una citazione quando si disserta di auto elettriche.

Renault Zoe

La cosa sembra davvero poco carina e ingiusta, specie se pensa che è in circolazione più o meno dallo stesso tempo di una Tesla Model S e - almeno fin tanto che la matematica non è un opinione - ha raggiunto esattamente i suoi stessi volumi, quando non ha fatto addirittura meglio. In buona sostanza dietro la Renault Zoe c'è la stessa idea vincente che anima la Honda e, la Mini Electric e la Peugeot e-208 che sono però arrivate tanti anni più tardi: una piccola auto elettrica, che si esprime meglio nel proprio habitat naturale ogni giorno che passa.

04 Tesla Model S

Dunque, chi altro è sorpreso che ci sia voluto così tanto tempo per arrivare all'unica auto della nostra generazione che può essere definita davvero rivoluzionaria? Nei nostri anni su questa terra abbiamo visto diverse auto eccellenti, abbiamo registrato enormi progressi, abbiamo visto cambiare i paradigmi e abbiamo assistito alla trasformazione di crte aziende automobilistiche da ballerine di fila a étoile della scena automotive. Abbiamo anche visto auto che avrebbero dovuto cambiare le carte in tavola e non lo hanno fatto (ciao, i3!). Alla fine soltanto la Model S è riuscita a farlo.

Tesla Model S

Non possiamo parlare di Tesla senza dover immediatamente aggiungere almeno un disclaimer, quindi andiamo dritti al sodo. Volete parlare dell'Amministratore Delegato di Tesla, del prezzo delle azioni, del FSD Beta o di qualsiasi altra cosa? Scatenatevi! Per fortuna, in questo caso, la cosa non ci tocca. Il disclaimer in questione riguarda solo una cosa: la qualità costruttiva. Tesla è un produttore molto giovane, che ha trascorso l'ultimo decennio ad affermarsi, a dimostrare il proprio valore, a convincerci che un veicolo elettrico è un'auto che si può davvero desiderare di possedere e a realizzare un profitto. Per questo motivo non ci si deve aspettare una qualità costruttiva all'altezza dei cosiddetti produttori storici, che operano nel settore da un tempo cinque o dieci volte superiore.

05 Tesla Model 3

E dopo aver parlato dell'auto che ha cambiato le regole del gioco, potremmo mai trascurare l'auto che ha permesso a più persone di giocare? Si tratta della Model 3, l'auto elettrica più venduta di tutti i tempi, la prima a superare il milione di esemplari venduti e l'auto che, letteralmente, ha permesso a più persone di sperimentare cosa sia davvero una Tesla. Come in precedenza, c'è la solita gatta da pelare: la qualità costruttiva. Se non altro, la frenetica accelerazione della produzione della Model 3 e i numeri di produzione più elevati danno un'idea precisa dei difetti di montaggio e di finitura di Tesla.

Tesla Model 3

Non stiamo dicendo che si tratta di un problema di Tesla o di un problema di produzione americana, ma solo di un problema di un'azienda nuova e soprattutto di un'azienda che per la prima volta si trova a dover gestire mille cose in un colpo solo.  E poi diciamolo, c'è poco da scherzare sugli americani. Siamo abbastanza sicuri che un Paese la cui produzione nazionale comprende marchi del calibro di Filson, Grado, LL Bean, Taylor, Dickies, Carhartt, Maglight, Fender, Redwing, Zippo, North Face, Leatherman, Airstream, Taylor Stitch, Martin, Weber e Steinway abbia un pool di talenti sufficiente da a) sapere cos'è la qualità e b) sapere come ottenerla.

Top Gear
Italia Newsletter

Ricevi tutte le ultime notizie, recensioni ed esclusive direttamente nella tua casella di posta.

06 Jaguar I-Pace

Avete mai avuto l'impressione che la Jaguar I-Pace sia stata vista come una grossa novità per un periodo di tempo troppo limitato, prima di finire nel dimenticatoio? Noi sì. E la cosa strana è che non riusciamo a capire il perché.

Jaguar I-Pace

La I-Pace appare chiaramente sin dal primo sguardo una Jaguar moderna ed è un esempio di ciò che Ian Callum è capace di fare quando non è vincolato dal fatto di dover costruire un vestito attorno a un'auto a combustione interna. C'è poi la parte migliore, rappresentata dai 400 e passa CV e da una bordata di coppia con cui giocare a lungo, grazie a un'autonomia ben superiore ai 350 km. Tra l'altro, se riuscite a resistere alla tentazione di dare briglia sciolta ai cavalli, l'autonomia sale anche oltre i 400 km E basta avere un sistema di ricarica domestico da 7kW per rifare tutto il giorno dopo. A noi sembra che non ci sia nulla fuori posto.

07 Kia Soul EV

Con le ultime offerte elettriche di Kia e Hyundai, non c'è da stupirsi che i precedenti sforzi della Corea nel settore dei veicoli elettrici siano stati oscurati. Restando nell'ambito di Kia, ciò che l'EV6 ha eclissato era in realtà un'auto elettrica degna del massimo rispetto, soprattutto dopo l'aggiornamento del 2020.

Kia- Soul EV

A partire dal modello 2020, la Soul EV offre infatti 200 CV (cioè esattamente quel che serve per una comune berlina da famiglia), un'autonomia dichiarata di quasi 400 km e la faccia sorridente di chi ha appena sentito una barzelletta. Ma, cosa fondamentale, non ha l'aspetto da "guardatemi e invidiate i miei soldi" di tante altre auto elettriche: è semplicemente una Kia Soul. Che, per inciso, ci piaceva quando era nuova e viaggiava a benzina, ci piaceva ancora quando non era più nuova e ci piace ancora adesso che non è nemmeno più a benzina.

08 Tesla Model X

Il fatto che l'azienda di auto elettriche più nota al mondo abbia ben tre vetture in questa lista probabilmente non sconvolgerà nessuno. Ciò che potrebbe sorprendere è casomai che la Model X stai diventando un usato appetibile per chi cerca il massimo in termini di abitabilità e di prestazioni.

Tesla Model X

In linea di massima, la Model X è la Model S - stessa piattaforma, stesso lusso e stessa accelerazione quasi fastidiosa - ma con spazio per sette persone e uno stile che non smetterà di ricordarci un ovetto Kinder Sorpresa, per quanto si cerchi di pensare a qualcos'altro.

09 Volkswagen e-Up

Proprio come la Up a benzina, la e-Up è un oggettino affascinante. Quanto di questo fascino sia dovuto al fatto che si può pronunciare e-Up con un accento del Nord è in gran parte irrilevante, e probabilmente non è un fattore che spinge la maggior parte delle persone ad acquistarne una.

Volkswagen e-Up

Ma cosa c'è di davvero interessante? Per esempio, il fatto che a conti fatti sia la stessa, semplice e allegra utilitaria che ha conquistato i cuori e le menti quando era alimentata da dinosauri liquefatti. Il suo appeal non è diminuito con l'aggiunta di una motorizzazione elettrica, soprattutto perché la e-Up ostenta il fatto di essere elettrificata. È solo una semplice city car che si dà il caso sia alimentata a batteria.

10 Volkswagen e-Golf

Per quanto ci piacerebbe includere qui qualcosa come la Porsche Taycan, questa macchina non è in vendita da abbastanza tempo perché il mercato dell'usato possa giustificare un "salto della fila". Non ci si farebbe bella figura. Per contro, la e-Golf, in effetti, sembra che sia in circolazione da secoli. D'altra parte, in un periodo come questo, di grandi sconvolgimenti, il 2014 sembra appartenere a un'altra era geologica. Ma stiamo divagando.

Volkswagen e-Golf

La e-Golf funziona per lo stesso motivo di base per cui funziona la e-Up. Se la Up elettrica è la stessa allegra auto da città, la Golf elettrica offre la medesima esperienza esclusiva e raffinata e la stessa concretezza appagante delle Golf non sportive degli ultimi 15 anni. E poi no scordiamoci che la VW ha aggiornato la e-Golf già nel 2017 con una batteria più grande, una ricarica più veloce e una maggiore potenza. Per cui l'unica vera differenza tra una e-Golf usata più recente e un modello del 2018 è il prezzo.